Senza voti?

Vorrebbe una scuola senza registri, senza voti e senza bocciature. Chi? Il preside. Ne ha scritto nel blog della scuola.
Come dargli torto? Molte grandi scuole del passato non avevano voti e non avevano registri.
Però, oggi, lo Stato non ci affida soltanto un compito educativo: i nostri titoli di studio hanno un valore legale. Così dobbiamo affrontare l’ardua impresa di tenere insieme la capra dell’educazione ed il cavolo della certificazione. Ci riusciamo? Pensavo di sì. Ho chiesto ai miei alunni ed hanno invece risposto che no, non ci riusciamo: chiediamo di ricordare tanto ed aiutiamo poco a capire.
«Multiscienza non dà intelligenza» dicevo ieri con Eraclito. Temo di doverlo ripetere prima di tutto a me stesso.

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;Senza voti?

  1. ecco, io ci tengo molto che i miei piccoletti ricordino solo l’essenziale (poche date, pochi fatti, poche cifre), solo quello che dà l'”unità di misura” della storia e della geografia, ma che abbiano capito bene i concetti fondamentali, le relazioni di causa-effetto. gli elementi di lunga durata e le loro variazioni, come si analizzano dei dato statistici, ecc…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...