Non lo sopporto più

«Non lo sopporto più» grida la professoressa Bianchi entrando in sala prof.
«Chi non sopporti più?»
«Quel maleducato di Brancaccio: mi fa il verso, qualunque cosa io dica. Non lo sopporto più».
Brancaccio è in quinta. La professoressa Bianchi lo sopporta da tre anni. Incredibile quante cose le professoresse riescano a sopportare quando negano di poterlo fare… Ma forse è così per tutti.

La professoressa Bianchi è un po’ nevrotica: è tutta tic e riti. Brancaccio proprio a posto non dev’essere. Lei ha preso di mira lui. Lui ha preso di mira lei. La nevrosi cerca la nevrosi e, come certe vecchie coppie litigiose, non sanno stare l’uno senza l’altra.
L’esame di stato sarà una piccola tragedia per entrambi, una sofferenza mascherata da sollievo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...