La simulazione funziona

È il periodo: simulazioni di Terza prova.
Composti, silenziosi, concentrati. Per me, fortunato professore, son due ore di riposo.
Dalla finestra si vede l’altra quinta. Non ho nulla da fare: sbircio.
Frenetici e convulsi cercano di scambiarsi informazioni.
Stesso ambiente, stesso lavoro, molti professori in comune, risultati tanto diversi.
Mi consolo: se gli alunni vanno bene, non è soltanto merito nostro, se vanno male non è per forza colpa nostra.
Terza ora, devo cambiare aula: i birbanti toccano a me. Maria Chioccia li ha covati sino ad ora, ma sembra esasperata.
Mi impongo il massimo della grinta: «Se dite anche solo una parola, vi annullo la prova: avrete uno in ognuna delle cinque materie». Resto ritto in piedi, immobile. E li scruto. Ci credono. La simulazione funziona… quasi.

Annunci

4 Pensieri su &Idquo;La simulazione funziona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...