Significati

È bello spiegare Aristotele: la Metafisica è un piacere.
Spiego l’origine del nome – tranquilli, ve la risparmio – poi navigo verso i significati dell’essere. La prendo alla larga. Chiedo se conoscono parole dal significato equivoco. «Pesca» dice Baretti. Poi subito si corregge: «Però c’è una differenza di pronuncia».
Li soccorro io. «Se un cacciatore dice all’altro: “Alza il cane”, questo prenderà in braccio il setter irlandese?»
«No, alzerà il cane del fucile».

Film I Tartassati - Totò con un cane in braccio

«E se passeggiando la sera sotto il cielo stellato, a braccetto con mia moglie, le dico: “Cara, guarda il Cane” voglio mostrarle il pastore tedesco del vicino?»
«E cos’altro se no?»
«La costellazione».
«Vi viene in mente altro?»
«Il toro: animale, costellazione, segno zodiacale. Il cancro… brrr».
Hanno capito.
Sul significato univoco taglio corto: c’è sempre la possibilità di equivocare con verbi e sostantivi. Per oggi facciamo finta che otorinolaringoiatra non ci faccia correre rischi.
Infine i significati che hanno un rapporto di analogia. L’esempio è quello classico: sano.
«Se dico “Baretti è un ragazzo sano”, che cosa voglio dire?»
«Che gode di buona salute».
«E se dico “La soia è un cibo sano” voglio dire che la soia gode di buona salute?»
«Vuol dire che fa bene alla salute, che aiuta a non ammalarsi».
«E una medicina sana?»
«Aiuta a recuperare la salute».
«Ora, se io uso parole con significati equivoci in un ragionamento, questo sarà valido?»
«Esempio?»
«Il cane abbaia, il fucile ha un cane, dunque il fucile ha qualcosa che abbaia».
«Ragionamento sbagliato, non sono la stessa cosa».
«E se usiamo parole con significato analogo?»
«Beh, è ovvio. Se il significato è diverso, anche se simile, il ragionamento non fila».
Per oggi basta. L’essere in quanto essere aspetterà.

Annunci

7 Pensieri su &Idquo;Significati

  1. Oh sì sì, lo sai, te lo abbiamo già detto un sacco di volte.
    Ma perché non apri una sezione del blog che si intitola: lezioni di filosofia per principianti, e ricominci da capo, e ci facciamo la storia della filosofia da quella faccenda della tartaruga ai nostri giorni?
    Sarei disposta a pagare :-)))

  2. uff… sì bello…
    cosa spiega in quinta prof? e in quarta?
    kant l’ha già finito?
    (io sto seguendo un corso fantastico sulla critica del giudizio)

  3. Non fatemi troppi complimenti, faccio pasticci come tutti.

    @spinoza
    In quinta sto spiegando Popper. In quarta ho interrotto il programma e stiamo facendo una ricerchina sulle conseguenze sociali dell’Expo 2015 e ci capiamo proprio poco. Una cosa però è chiara: sono in ballo miliardi di euro e finiranno soprattutto nelle solite tasche.

    Spiega un po’ perché è fantastico questo corso sulla critica del giudizio.

  4. Ok. A parte il fatto che per queste cose sono di parte, perchè probabilmente, qualunque professore mi trovassi davanti, se mi spiegasse Kant, e in particolar modo la critica del giudizio, ma non solo, penderei dalle sue labbra, perchè per me l’argomento è proprio interessante di per sè. Ma a questo si aggiunge il fatto che questo professore è proprio bravo a spiegare, un vero oratore, non vola una mosca quando inizia a parlare. Cerca di far intervenire gli studenti, cerca di guidarli con domande mirate a comprendere i concetti, rende tutti partecipi per quanto può, e perciò le sue lezione non hanno mai quella pesantezza solita del monologo che ho spesso trovato; lui è la prova che si può parlare di questioni concettualmente molto complesse con semplicità senza perdere nulla dello spessore dei problemi; poi non so, quando esco da quelle lezioni sono compiaciuta; compiaciuta che tutto mi torni, che riesca a mettere ogni cosa che dice al posto giusto, che riesca a dare uno sguardo d’insieme – mi compiaccio della mia ragione architettonica (ghigno)…esco e rido fra me e me quando torno a casa… XD E’ una di quelle lezioni dove non guardi mai l’orologio. Kant è davvero tanta lana; meglio di Hegel e di Spinoza, per me, non dico altro. Sarà che mi piace così tanto andare alle sue lezioni perchè leggere Kant è stata una delle cose più feconde per me a livello intellettuale… non lo so, è soggettivo, anche se a sentire gli altri, lui è considerato un bravissimo professore più o meno all’unanimità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...