Quattro chiacchiere

Supplenza in una quinta Itc. Il collega avrebbe dovuto fare una lezione di storia, io insegno storia…
«Non se ne parla, prof. Nessuno può essere bravo come il professor Fanelli». Di fronte ad un simile argomento posso soltanto arrendermi. E se non posso spiegare storia, tanto meno potrò spiegare economia aziendale. Così propongo di parlare delle tesine per l’esame e per un po’ funziona.
«Come garantirsi un sicuro insuccesso? Basta fare una carrellata su tutte le materie. “Che palle” penseranno i vostri prof sentendosi ripetere per la milionesima volta le solite banalità sul Decadentismo insieme alla decadenza legale e al decadimento radioattivo».
Sbarrano gli occhi, forse l’esempio non è felice, ma hanno capito.
«Che fare allora?»
«Scegliete un argomento molto circoscritto, che non faccia parte della routine scolastica, e cercate di saperne più dei prof».
«Ma come facciamo a capire se avrà successo?»
«Due cose servono: l’argomento deve piacervi e dovete essere in grado di spiegare perché vale la pena di spendere del tempo per studiarlo. Se alla fine della vostra breve esposizione i prof penseranno di aver imparato qualcosa ed avranno ancora un po’ di curiosità, avrete raggiunto il vostro obiettivo».
«E poi?»
«Curate l’aspetto grafico, fate una buona bibliografia (niente manuali scolastici, per carità), attenzione alla pronuncia dei nomi stranieri: non fate come i giornalisti della TV».
«Come si scrive una bibliografia?» Prometto un post nel blog della scuola. Servirà a tutti. Un altro lo dedicherò alle presentazioni in Powerpoint.

Non mi seguono più. Li faccio parlare dei loro prof. Classe fortunata: adorano Pozzobon, venerano la professoressa Peruggia, ammirano la Melli e una timida fanciulla sembra innamorata di Fanelli.

Annunci

13 Pensieri su &Idquo;Quattro chiacchiere

  1. “Nessuno può essere bravo come il professor Fanelli”. Non so chi sia questo Fanelli. E a dir la verità non ho mai avuto te come insegnante. Però, non so perché, sono sicuro nel dire che quella affermazione è sbagliata.

    E che dire della mia fantastica tesina? Credo di aver scelto proprio l’argomento con in mente quelle parole:
    «Scegliete un argomento molto circoscritto, che non faccia parte della routine scolastica, e cercate di saperne più dei prof».

    Molti sono ancora “scandalizzati” quando sanno l’argomento che ho portato =P

  2. A parte che ora vorrei gentilmente scandalizzarmi anch’io, quindi prego Mattia di provvedere, ma penso:
    hai detto cose bellissime, i ragazzi hanno capito, magari faranno pure.
    Ma tu hai dei colleghi che capiranno?
    I prof dei miei figli non capirebbero e chiederebbero:
    Manzoni (italiano), Hayez (arte, perchè ha fatto un ritratto di Manzoni), e le malattie di nervi (scienze, perché Manzoni ne soffriva), e così via…
    Sigh.
    Davvero, sei in un paradiso? 🙂

  3. Cercate di saperne più dei prof… Fate in modo che alla fine pensino di aver imparato qualcosa…
    Ce lo dissero pure a noi.
    Ma personalmente l’ho sempre trovato un proponimento inutile…
    Non so perchè…

  4. Bisogna stare attenti però con questi suggerimenti perché poi i ragazzi li prendono in parola ed azzardando argomenti quanto meno discutibili.
    Tra le tante tesine piuttosto assurde all’ultimo esame di Stato, ricordo una tesina sull’occultismo e i vari riti satanici. Indubbiamente la ragazza ne sapeva più di noi docenti ma… cui prodest?

  5. @lanoisette
    in realtà non amano proprio tutti i professori, però il bilancio mi sembra largamente positivo.

    @Mattia
    Fanelli è bravo, molto bravo.

    @LaVostraProf
    Paradiso? No.
    Però sto bene a scuola e mi sembra che gli altri stiano bene con me. Di solito…

    @chicca
    O il segreto di tutti.

    @spinoza
    pensaci e diccelo

    @carlimoretti
    A me la tesina sull’occultismo e riti satanici sembra molto interessante: tocca un tema importante e d’attualità. Bisogna vedere come è stato sviluppata la tesina. Dalla tua reazione una cosa è chiara: non ha fatto capire perché mai valesse la pena di approfondire la conoscenza di un simile argomento.

  6. @prof

    Forse perchè del mio argomento non gliene importava nulla a nessuno nella commissione e se mi fossi basata sui possibili gusti dei professori o sull’intrattenimento di quei 5-10 minuti avrei dovuto fare una cosa che non mi piaceva.

  7. @Mattia
    A me piaceva l’idea dei Simpson. Non dev’essere difficile far capire perché vale la pena di studiarli.

    @spinoza
    La tua tesina era molto dotta, ma anche molto legata ad argomenti scolastici e, quindi, più rischiosa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...