Supplenza.

Arrivo a scuola in anticipo, giusto in tempo per godermi una supplenza in prima, una prima dell’ITC.
Mi accolgono festanti e simpatici. Molti già mi conoscono.
Faccio l’appello e vorrei tentare una qualche attività.
Il cinesino, al primo banco, legge un libro… in cinese, ovvio. Sembra presente solo con il corpo. Gli altri, invece, son ben presenti, festanti e simpatici. Mi fanno qualche complimento ed oppongono una festante e simpatica resistenza a qualsiasi genere di attività.
I maschietti, festanti e simpatici, esprimono il loro apprezzamento per la professoressa Trombetti… per lei, non per come insegna o per quello che insegna.
Le fanciulle festanti e simpatiche, parlano di non so quale trasmissione TV: c’era proprio la Trombetti e si parlava di uomini…
Paziente, festante e simpatico cerco di ritessere il filo della mia tela. Festanti e simpatici se ne infischiano.
Alla fine dell’ora ho spiegato che cos’è l’E.C.D.L. ed invitato a scrivere nel blog della scuola. Non invidio i miei colleghi.

Annunci

4 Pensieri su &Idquo;Supplenza.

  1. Anche per me, oggi, supplenza in una prima (a causa del fatto che la mia terza è in gita sulla neve). Anche loro mi conoscono già, per una precedente supplenza) e mi accolgono rumorosi e festanti. E’ la prima ora e attendono, ridendo, l’appello… Sanno già che riesco a prenderli in giro, nome per nome, sia “storpiando” un po’ i cognomi o i nomi, sia indicandone collegamenti improbabili, fantasiosi, ridicoli, ecc. I primi venti minuti se ne vanno così… poi noto che hanno quasi tutti un libro sul banco: “Delitto e castigo”!
    Mi meraviglio, lodo la loro prof. di lettere, chiedo qualcosa… nessuno sa dirmi come è iniziato il romanzone. Hanno ragione, tutta la trama si aggroviglia immediatamente ed è difficile seguire l’intero impianto. Una ragazza cicciottella (ma carina, i maschietti la seguono con gli occhi, interessati) si avvicina alla cattedra e mi chiede: Prof. lei conosce il russo? Io, serissimo, rispondo: certo, lo studio tutte le notti. Restano allibiti… Poi fingo di dormire russando. Hanno capito ed esplodono in una bella risata. Il resto dell’ora se ne va parlando di come sia bello e utile leggere. Anche le supplenze, in fondo, possone essere piacevoli momenti di relazione e di lavoro.

  2. @Pino
    Appunto, la relazione l’ho avuta, ma lavorare, non ho fatto lavorare nessuno.

    @LaVostraProf
    Anch’io ho solo ore in classe. Le ore a disposizione sono un ricordo della preistoria, ma le supplenze, quelle ci sono sempre.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...