Dori Mesti

C’è chi, magari inconsapevolmente, ha paura degli studenti e cerca di difendersi con un fragile scudo di carta: il registro.
E ci sono i prof affettivamente frustrati, quelli che non si sentono amati. Scaricano sulla scuola le loro aspettative e… restano deusi.
La professoressa Dori Mesti piange spesso in classe. La prima e la seconda volta gli alunni cercano di consolarla: «Ma prof, perché piange?»
E così si aprono le cateratte. La Mesti ansima, singhiozza e svela l’amara verità: «Perché voi non mi amate… Voi non mi volete bene».
Qualche alunna dal cuore tenero l’abbraccia e la consola. Gli altri si dedicano agli affari propri.
Poi, dopo qualche giorno la prof si mette in malattia. Arriva la supplente e finalmente si comincia a lavorare.

Annunci

7 Pensieri su &Idquo;Dori Mesti

  1. Si chiama depressione, ed è una brutta bestia. Le dinamiche della scuola possono risvegliarla facilmente.
    Una volta ho sostituito una persona così – i colleghi mi fecero dei racconti davvero interessanti.

    Murasaki

  2. Meno male che s’è messa in malattia! Anche a me è capitato, quando sono arrivato in nuovo liceo, di prendere il posto di una collega depressa. Ha fatto danno più culturale che psicologico.

  3. Potrebbe aiutarla un buon medico. Ma se non sai di essere depressa dal medico non ti viene in mente di andarci, e spesso è proprio la depressione a impedirti di capire che sei depressa…
    Insomma, dovrebbe muoversi chi le è vicino: parenti, amici, consorti… anche colleghi, al limite, ma è un bel campo minato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...