La fabbrica degli ignoranti?

La fabbrica degli ignoranti. La disfatta della scuola italiana. Mi è capitato tra le mani il libro di Giovanni Floris.
In Italia tutti pensano di essere esperti di calcio e di scuola. Perché dovrebbe fare eccezione un giornalista? Perbacco, per non fare brutte figure.

Ho dato un’occhiata veloce alle prime pagine: dovrei aspettare, ma non resisto. Come si può portare esempi come quello del povero prof di Salerno che avrebbe detto (orrore!): «Uno, due e tre, ambedue dal preside» (pag. 39). Non viene in mente al buon Floris che il prof possa aver contato sino a tre prima di mandare due studenti dal preside? Gli sembra così strano? Nessuno dei suoi insegnanti ha mai contato sino a tre? Io lo facevo da maestro e, qualche volta, lo faccio ancora da prof: funziona sempre.

A pagina 46 leggo: «Carlo V poteva reggere un immenso impero, ma aveva difficoltà perfino a fare la firma autografa». Ora, è certo: Carlo V non amava studiare, ma fu educato, tra gli altri, da Adriaan Florensz di Utrecht, Vescovo di Tortosa e futuro papa Adriano VI e, non dimentichiamolo, scrisse ben quattro Istruzioni per il figlio Filippo II. Le Istruzioni sono definite dagli storici: «Un monumento di prudenza e di preveggenza».
Altro era il Carlo in difficoltà con l’alfabeto.

A pagina 64 leggo: «va ricordato che gli insegnanti non fanno straordinari». Floris, scrivi un libro sulla scuola: documentati. Se i prof non facessero gli straordinari, le scuole collasserebbero.

Per ora non ho letto altro.

Con questo non voglio stroncare un libro che ho soltanto annusato. Gli offrirò una possibilità di riscatto: lo leggerò. Anche perché a pagina 61 trovo un bel titolo: Vita da prof. Mi piace. Vi stupisce?

Annunci

6 Pensieri su &Idquo;La fabbrica degli ignoranti?

  1. L’ho letto e non mi ha entusiasmato anche se devo ammettere che la categoria degli insegnanti non viene trattata male, ma condanna soprattutto la classe politica che ha reso la scuola una “fabbrica di ignoranti”.

  2. Be’, succede spesso che si parli di scuola senza sapere nulla di scuola. Credo dipenda dal fatto che, siccome bene o male ognuno l’ha frequentata, pensa di poterne dire fino all’eternità. Come se domani volessi operare qualcuno di appendicite, viso che anch’io ho subito la stessa operazione.
    La cosa buffa è che nessuno di azzarderebbe a criticare la cucina o a dare ricette a un cuoco. Lì, ognuno riiuscirebbe a vedere la propria incompetenza e a fermarsi.
    Con la scuola, no.
    (tutto sommato, è successo anche a Pennac, che nel suo libro dice pure cose vere e sacrosante, ma che vengono da persona che ormai è fuori della scuola da un pezzo.)

  3. @MarcoP
    C’è tanto, tanto volontariato. Hai ragione. I viaggi di istruzione, per esempio, si fanno grazie ad un volontariato quasi eroico (santi subito!)
    Però le supplenze, le attività di commissione, le funzioni strumentali al Piano dell’Offerta Formativa, i corsi di recupero, i corsi per attività extracurriculari sono straordinari retribuiti. Funzionerebbe la scuola senza le nostre supplenze?

    @chicca
    non entusiasma neanche me, ma lo leggerò ugualmente

    @Annalisa
    condivido

  4. Commissioni etc, come ben sappiamo tutti.. fai 100 ore te ne pagano 40.
    Vogliamo dircelo che con i fondi che mandano alle scuole almeno la metà delle attività è puro volontariato?

  5. @MarcoP
    Hai ragione.
    Io sono riuscito a chiamarmi fuori da ogni commissione, ma anche la mia funzione richiede un carico di lavoro esagerato rispetto al compenso. Insomma, un lavoro straordinario molto mal retribuito. Però mi piace e non è poco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...