«Che bella lezione oggi»

Quarta X. Ora di supplenza. Vorrei dedicare l’ora al confronto tra democrazia e liberalismo. Grassi protesta: «Nell’altra quarta parla della Costituzione e ha spiegato i diversi sistemi elettorali. Perché con noi non parla mai di questi argomenti?».
Cedo ed inizio a spiegare caratteristiche, pregi e difetti dei più comuni sistemi elettorali. Partecipazione attenta. Poi, come temevo, si scatena una sorta di tifo da stadio tra i fedelissimi di Berlusconi e gli affranti sostenitori del centrosinistra. Grassi parla della barca di D’Alema e dell’auto di Bertinotti. La signorina Guffi insiste sul conflitto di interessi. L’ora, però, è quasi finita. Grassi chiede di andare in bagno e… si passa a Pascal.
Funziona: pochissimi sonnecchiano; gli altri si appassionano. Piace questo filosofo non filosofo. Piace la sua critica della metafisica.
Piccoli fideisti, si schierano in massa dalla parte di Pascal contro Cartesio e contro Tommaso d’Aquino.
Avevo altre speranze, ma tanto interesse merita di esser valorizzato.
Grassi continua a ripetere: «Che bella lezione oggi, che bella lezione oggi». Però cerca di uscire prima della campanella.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...