il dovere

dal mio diario – 30 ottobre 2004

La professoressa Bella si lamenta perché, come al solito, il computer in sala prof fa i capricci. Signi, col consueto umorismo (?) britannico sostiene che i computer non sono strumenti adatti ad esser maneggiati dalle donne. Ben altri sono i campi d’azione femminili! E con scarsa fantasia le consiglia di andare a lavare i panni…
Bella sta al gioco e finge di lavare un fazzoletto, ma le altre colleghe son già pronte alla disfida.
Per fortuna sono le 8,10 suona la campanella. Mario Signi proclama: «Il dovere ci chiama!».
Questa mattina vorrei far finta di essere sordo, ma lui, il Dovere, non Mario Signi, inizia a strepitare tanto forte da costringermi alla resa. Mai che si faccia gli affari suoi.
Per fortuna in classe le interrogazioni vanno bene.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...