Fase di latenza

Il buon Freud sostiene che il bambino è un perverso polimorfo, ma afferma anche che, grosso modo durante il periodo della scuola elementare, attraversa una fase di latenza.
Ho fatto il maestro per tredici anni, ma la fase di latenza non l’ho proprio vista.
Quando poi nella classe “parallela” c’era la maestra Maria Vitiello, una vispa moretta di Scafati…
Ai primissimi tepori Maria veniva a scuola senza reggiseno, indossando una larga canottiera che copriva davvero poco. Bastava un movimento un po’ più ampio del solito perché la collega mostrasse generosamente le sue turgide grazie.
Quando era il momento di andare in mensa, i maschietti della mia classe (era una terza) facevano regalini alle compagne per accaparrarsi i migliori punti di osservazione e mangiavano come ipnotizzati senza guardare quello che avevano nel piatto.
Maria rideva divertita per tanto interesse e li soggiogava con un sorriso.
E il maestro?
Il maestro era grato per la tranquillità ottenuta tanto facilmente e, ogni tanto, lanciava un’occhiata anche lui. Peccato che le aree di insegnamento non fossero le stesse e che di solito il turno in mensa coincidesse con quello di Marianna Cozz… olino.

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;Fase di latenza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...